banner
 

LO STATUTO

 

TITOLO I: NATURA E SCOPI

Art. 1. Composizione

  1. La Lega Italiana Hockey su Ghiaccio (LIHG) è costituita da sodalizi sportivi affiliati alla Federazione Italiana Sport del Ghiaccio, titolari dei diritti sportivi di partecipazione al massimo Campionato Italiano di Divisione Nazionale seniores maschile, che assegna il titolo assoluto di Campione d'Italia, qualunque ne sia la denominazione.
  2. Se e ove assumessero la qualifica di “iscritte” tutte le società aventi titolo a partecipare al campionato nazionale maschile immediatamente inferiore a quello di cui al comma 1, la Lega potrà richiedere loro di esprimere la volontà di associarsi a pieno titolo alla Lega. Ove questa venisse ribadita dalla totalità, tutti i riferimenti di cui al presente statuto relativi al campionato di cui al primo comma del presente articolo, si intenderanno estesi anche al campionato immediatamente inferiore

Art. 2. Natura

  1. 1.La LIHG è costituita in forma di associazione non riconosciuta, a carattere apolitico e aconfessionale. La LIHG è ente autonomo ed è titolare di tutte le attribuzioni che discendono da tale natura. è inoltre titolare di tutte le attribuzioni eventualmente conferitele dalla Federazione Italiana Sport del Ghiaccio.
  2. La Lega, quale ente senza scopo di lucro, potrà deliberare, a maggioranza semplice, la richiesta di riconoscimento della personalità giuridica di diritto privato di cui all’art. 12 del codice civile o la trasformazione in consorzio con attività esterna.

Art. 3. Compiti e finalità

  1. La LIHG ha lo scopo primario di promuovere lo sviluppo dell'hockey su ghiaccio di vertice a livello di club, cioè l'hockey su ghiaccio sia relativo al massimo Campionato Italiano di Divisione Nazionale seniores maschile, che assegna il titolo assoluto di Campione d'Italia, e sia al Campionato di Divisione Nazionale seniores maschile immediatamente inferiore, qualunque ne sia la denominazione.
  2. A tal fine la LIHG:
    • a-coordina, tutela e indirizza i sodalizi che la compongono;
    • b-fornisce ai propri associati e iscritti servizi di consulenza ed assistenza nelle materie attinenti all'attività sportiva ed alle attività a questa connesse;
    • c-detta norme di gestione delle società, nell'interesse collettivo, e riscontra l'osservanza di queste e delle disposizioni emanate in materia dalla Federazione Italiana Sport del Ghiaccio da parte delle società stesse;
    • d-gestisce l'immagine dell'hockey su ghiaccio di vertice nei rapporti con gli organi di informazione, con l'industria e con le componenti qualificate dell'intero movimento hockeystico nazionale;
    • e-esercita le funzioni eventualmente attribuitele, mediante apposita convenzione, dalla Federazione Italiana Sport del Ghiaccio ai sensi dell'articolo 4 bis, comma 5, dello Statuto Federale della FISG;
    • f-promuove ogni altra iniziativa ed espleta ogni altra funzione discendente o correlata ai propri fini istituzionali.
  3. Ai sensi dell'articolo 4 bis, comma 7, dello Statuto Federale della FISG, in caso di gravi irregolarità o di impossibilità di funzionamento della LIHG la Federazione Italiana Sport del Ghiaccio - fermo restando il potere di revoca del riconoscimento, conferibile dalla FISG alla LIHG ex articolo 4 bis, comma 1, dello Statuto Federale potrà avocare a sé le attività delegate alla LIHG ai sensi del precedente comma 2, lettera e), del presente articolo; ovvero nominare un Commissario Straordinario (commissario ad acta) per l'esercizio delle attività già delegate alla LIHG ed elencate nel medesimo precedente comma 2, lettera e), del presente articolo.
  4. La nomina del commissario ad acta, dunque e i poteri che ne saranno fissati dalla FISG conformemente all'articolo 4 bis, comma 7, dello Statuto Federale, non potranno in ogni caso impedire o limitare, al di fuori dell'oggetto delle medesime attività già delegate, divenute di competenza del commissario stesso, il funzionamento della LIHG e di tutti i suoi organi, rappresentativi o non rappresentativi, direttivi o non direttivi.

Art. 4. Sede

  1. La LIHG ha sede in Milano all’indirizzo che verrà di volta in volta deliberato dal Consiglio direttivo.
  2. È data facoltà al Consiglio Direttivo di istituire sedi ed uffici secondari.
 
Scarica lo statuto completo