banner
 

SERIE A2: Appiano, Gherdeina e Vipiteno battono il primo colpo

 

In gara 1 dei quarti di finale playoff, David Ceresa regala la vittoria all`overtime all`Appiano. Il Gherdeina travolge un Merano irriconoscibile. Nella Coppa di Lega, il Vipiteno sorride all`overtime.

Coppa di Lega gara 1

SSI Vipiteno Weihenstephan – HC Egna Riwega 2:1  d.t.s  (1:0, 0:0, 0:1, 1:0) 

SSI Vipiteno Weihenstephan: Charles Corsi (Dominik Steinmann), Simon Baur, Derek Eastman, Daniel Maffia, Luca Scardoni, Philipp Pircher, Michael Messner; T.J. Caig, Tobias Fink, Gunnar Braito, Patrick Mair, Tobias Kofler, Hannes Stofner, Alex Lanz, Florian Wieser, Felix Oberrauch, Christian Sottsas
Coach: Oly Hicks

Egna Riwega: Alex Caffi (Martin Rizzi); Manuel Bertignoll, Christian Rainer, Giulio Bosetti, Alexander Sullmann, Daniele Delladio, Kevin Zucal; Michael Sullmann. Paolo Bustreo, Matteo Peiti, Markus Simonazzi, Rudi Locatin, Davide Stricker, Flavio Faggioni, Marian Zelger, Patrick Zambaldi, Hannes Walter, Mike Craig, Dylan Stanley
Coach: Teppo Kivelä

Reti: 1:0 Tobias Kofler (01.11), 1:1 Dylan Stanley (51.58), 2:1 T.J Caig (70.58)

T.J Caig risolve gara 1 all`overtime, il Vipiteno vola sull`1:0. Per il primo atto della Coppa di Lega, il Vipiteno ritrova il goalie titolare Charles Corsi, out il terzino Stefan Ramoser e l`attaccante Daniel Erlacher. Nelle file dell`Egna, manca il centro Dominik Massar, out almeno sei settimane per un problema al ginocchio. Inizio di partita favorevole ai padroni di casa. I Broncos passano dopo appena un minuto e secondi con Tobias Kofler, che apre le marcature. La partita non decolla, l`Egna prova a reagire, ma il Vipiteno copre bene gli spazi sul ghiaccio. Primo tempo con i Broncos avanti di misura. Nella seconda frazione il match non decolla. Le occasioni non si sprecano di certo, l`Egna ci prova, il Vipiteno risponde colpo su colpo. Succede poco, al secondo intervallo permane il vantaggio dei Broncos. Nel drittel conclusivo, i Wild Goose iniziano a premere con insistenza. Dopo tanto lavoro in zona d`attacco, ecco il pareggio. Azione della prima linea, finalizzata da Dylan Stanley. Le squadre vanno all`overtime, al termine di tre regolamentari non propriamente esaltanti. L`extratime regala gara 1 al Vipiteno. Gol di T.J Caig. Domenica alle 19 gara 2 ad Egna.

Quarti di finale gara 1

HC Appiano Sarah – SV Caldaro Rothoblaas 5:4 d.t.s (1:0, 1:4, 2:0, 1:0) 

HC Appiano Sarah: Mark Demetz (Alex Tomasi), David Ceresa Lukas Martini, Peter Stimpfl, Jonannes Weger, Tobias Ebner, Tuomo Harjula, Patrick Wallenberg, Alex Rottensteiner, Jan Waldner, Stefan Unterkofler, Philipp Jaitner, Daniel Peruzzo, Philipp Platter, Alex Jaitner, Tobias Spitaler, Robert Raffeiner, Fabian Ebner, Mathias Eisenstecken
Coach: Jarno Mensonen

SV Caldaro Rothoblaas: Daniel Morandell (Martino Valle Da Rin); Adrian Marzoner, Daniel Spinell, Markus Siller, Steve Pelletier, Markus Kofler, Leonhard Rainer, Matias Loppi, Brian Belcastro, Raphael Andergassen, Alex Andergassen, Thomas Pichler, Patrick Thomaser, Lorenz Rӧggl, Patrick Gius, Hannes Clementi, Michael Felderer, Manuel Gamper, Lukas Schweigkofler, Alex Giovannini
Coach: Thomas Sandlin

Reti: 1:0 Jan Waldner (6.13), 1:1 Matias Loppi (20.38), 1:2 Alex Andergassen (21.37), 2:2 Jake Newton (28.06), 2:3 Lorenz Röggl  (31.54), 2:4 Matias Loppi (38.21), 3:4 Daniel Peruzzo (53.54), 4:4 Jake Newton   (59.56), 5:4 David Ceresa (78.50)     

C`è il primo derby dell`Oltradige dei playoff e i padroni di casa si presentano al gran completo, la cospetto di un Caldaro che deve rinunciare ad Alex Tauferer e soprattutto a Thomas Waldthaler, colpito da una forma di virus intestinale e dunque fuori dalle linee di difesa. Primo tempo con un buon Appiano. I padroni di casa fanno la partita, il Caldaro gioca di rimessa, ma non riesce a dare profondità alla manovra. Con il trascorrere dei minuti, i Pirati alzano il baricentro del proprio gioco. Il vantaggio gialloblu`arriva in powerplay: Matias Loppi siede in panca puniti, la difesa del Caldaro regge ma in chiusura di superiorità, Philipp Platter trova l`imbucata vincente per il rimorchio vincente di Jan Waldner. La reazione caldarese è sterile, l`Appiano non corre grandi pericoli e chiude avanti 1:0 la prima frazione. Negli spogliatoi del Caldaro, durante la pausa, coach Thomas Sandlin riesce a dare la carica a suoi. I risultati si vedono. Ad inizio secondo tempo, gli ospiti ribaltano come un calzino la gara. Il pareggio arriva dopo 38 secondi in penalty killing: partenza veloce dei Lucci, Steve Pellettier conclude, respinta corta di Demetz, Loppi insacca. Per il Caldaro, settima rete in stagione in 4 contro 5. Il 2:1 ospite giunge dopo un minuto: azione insistita del Caldaro, risolta sotto porta da Alex Andergassen. L`Appiano sembra subire il colpo, ma nel momento più difficile, arriva il pareggio dei Pirati. Al 28.06 Jake Newton arma uno slap-shot  dalla blu, che si infila sotto l`angolino alto. Gol meraviglioso, Valle Da Rin è battuto. Il derby è ufficialmente decollato. Al 31.54 Caldaro ancora avanti. Un disco maligno davanti alla porta viene raccolto dall`ex di turno Lorenz Röggl, che insacca il 3:2 ospite. In chiusura di tempo la premiata ditta Pelletier-Loppi colpisce ancora per il Caldaro: al 38.21 ecco la quarta rete, Pelletier confeziona un disco, Loppi lo deve solo spingere in porta. Drittel di mezzo in archivio con un Caldaro sontuoso avanti di due reti. Nel terzo tempo il Caldaro è molto aggressivo in zona neutra, l`Appiano sbatte contro un muro di gomma davanti alla porta di Valle Da Rin. Quando tutto sembra finito, l`Appiano riapre i conti: al 53.58 Daniel Peruzzo devia sotto porta un tiro dalla media distanza e porta i suoi ad una sola lunghezza di distanza. Finale intenso. Il Caldaro non perde la testa e rimane sul pezzo. Demetz lascia la gabbia e a 4 secondi dalla fine il forcing gialloblu viene premiato. Bomba di Jake Newton, che gonfia la porta di Valle Da Rin. Il derby prosegue all`overtime. Il protagonista assoluto è Mark Demetz; il portiere dell`Appiano salva il risultato in almeno tre circostanze. Grandi emozioni, l`equilibrio permane. La svolta nel finale di overtime. L`Appiano sfrutta un 4 contro 3 e vola sull`1:0, grazie al gol di capitan David Ceresa. Domenica gara 2 a Caldaro. Sarà ancora battaglia.

HC Gherdeina – HC Merano Pircher 8:2 (3:0, 4:0, 1:2)

HC Gherdeina: Florian Grossgasteiger (Giancarlo Kostner), Benjamin Bregenzer, Ryan Gaucher, Fabrizio Senoner, Gabriel Lang, Fabian Costa, Fabio Kostner, Marco Senoner, Joel Brugnoli, Mitch Stephens, Gabriel Vinatzer, Benjamin Kostner, Oliver Schenk, Gabriel Senoner, Ivan Demetz, Rupert Stampfer, Davide Holzknecht
Coach: Gary Prior

HC Merano Pircher: Vincenzo Marozzi (dal 22.28 Philipp Kosta); Jan Mair, Daniel Valgoi, Viktor Wallin, Danny Elliscasis; Max Ansoldi, Taggart Desmet, Stefan Palla, Michele Ciresa, Patrick Cainelli, Julian Schwienbacher, Stefan Kobler, Daniel Rizzi, Michael Stocker, Michael Guarise, Philipp Beber, Daniel Frank, Davide Turrin, Viktor Schweitzer
Coach: Doug Mckay

Reti: 1:0 Benjamin Kostner (08.38), 2:0 Gabriel Vinatzer (10.46), 3:0 Ryan Gaucher (11.35), 4:0 Ryan Gaucher (22.28), 5:0 Fabrizio Senoner (22.46), 6:0 Benjamin Kostner (30.37), 7:0 Benjamin Kostner (31.09), 7:1 Taggart Desmet (48.06), 7:2 Taggart Desmet (53.51), 8:2 Mitch Stephens (59.12)  

Tra i padroni di casa fuori l`infortunato Kevin Senoner e lo squalificato Simon Vinatzer. Merano al gran completo per gara 1, con l`aggiunta di Philipp Kosta nel ruolo di back up. Primo tempo di marca Gherdeina. Dopo un inizio senza grandi sussulti, il Gherdeina cambia marcia con il passare dei minuti. Ladini in gol all`8.38 con Benjamin Kostner. E´ un gol che cambia volto al match. I padroni di casa passano ancora, questa volta in powerplay, con Gabriel Vinatzer, al 10.46. Bastano 49 secondi poi a Ryan Gaucher, per piazzare il colpo del 3:0. Un gol che chiude la prima frazione e lancia il Gherdeina, di fatto, al successo di gara 1. Nel secondo tempo Merano falcidiato dalle penalità e il Gherdeina ringrazia. La formazione di Gary Prior dilaga: Ryan Gaucher, Fabrizio Senoner e la doppietta  di Benjamin Kostner (mvp della serata), lanciano i ladini sul confortante 7:0. Il Merano non c`è. Dopo la quarta marcatura gardenese, un nervoso Vincenzo Marozzi saluta i battenti e lascia spazio in porta al giovane Philipp Kosta. La partita è già ampiamente in archivio, alla seconda sirena ladini negli spogliatoi sul confortante 7:0. Nel terzo tempo il Merano chiude a testa alta la contesa. Taggart Desmet accorcia due volte (7:2). I rossoblu chiudono con l`8:2 firmato Mitch Stephens. Finisce con la netta vittoria del Gherdeina. Domenica si replica per gara 2 a Merano.       

 

Serie A2, venerdì 22 febbraio 2013, gara 1 Coppa di Lega

SSI Vipiteno Weihenstephan – HC Egna Riwega 2:1 d.t.s (1:0, 0:0, 0:1, 1:0) 
Serie “best of three” 1:0

 
Gara 1 quarti di finale playoff

HC Appiano Sarah – SV Caldaro Rothoblaas 5:4 d.t.s (1:0, 1:4, 2:0, 1:0) 
Serie “best of five” 1:0

HC Gherdeina – HC Merano Pircher 8:2 (3:0, 4:0, 1:2)  
Serie “best of five” 1:0