banner
 

Serie B: venerdý si gioca gara 4 dei quarti

 

Con la qualificazione del Milano alle semifinali, rimangono aperti tre sfide dei quarti di finale, e tutti questi prevedono venerdì la disputa di un match dentro o fuori. Sulle piste di Egna, Alleghe e Cavalese infatti le formazioni di casa (con l’Ora che ha scelto di giocare alla Wurth Arena) sono spalle al muro e solo con un successo potrebbero tenere vive le loro speranze di passare il turno, garantendosi gara-5 in programma eventualmente domenica 19 marzo.

Contro ogni pronostico, dopo una stagione regolare vissuta nel limbo dell’ottavo posto, l’Ora sta disputando una grande serie di playoff contro il favoritissimo Caldaro, che anche in gara-3 ha dovuto soffrire enormemente per superare i Frogs, trovando solo all’ultimo secondo a porta vuota la rete del 4 a 2. È chiaro come la formazione di coach Bonazzo sa come mettere in difficoltà i meccanismi dei lucci, trascinata e questo va detto dalle parate di un Giovannelli in grandissima condizione. A fare il paio con la buona difesa anche un attacco spietato, elemento fondamentale nei playoff, capace di sfruttare le poche occasioni che la difesa avversaria concede. Dovrà dunque sudarselo il Caldaro questo passaggio del turno, invertendo la rotta specialmente davanti: al contrario di quelle dell’Ora, le stecche dei lucci non sono così fredde e concrete sottoporta. Match tutto da vivere dunque, con il finale aperto ad ogni possibilità.

Il 7 a 0 di ieri sera ha lanciato fortissimo il Merano in vista di gara-4 contro l’Alleghe: le civette avranno l’ultima possibilità di fronte al pubblico amico per allungare la serie, ma ci vorrà una vera e propria impresa. Servirà dunque un netto cambio di marcia per i biancorossi, che potranno comunque aggrapparsi ai loro elementi di maggior esperienza. Il Merano però vuole difendere il titolo vinto l’anno scorso e non farà minimamente sconti, anche perché comunque questo Alleghe è squadra battagliera. Trascinata da capitan Gruber, oltre che dalle vecchie volpi Ansoldi, Morén, Lo Presti e Faggioni, la formazione altoatesina ha tutte le carte in regola per chiudere i conti, forte di una rosa profonda e dal talento diffuso.

La serie tra Fiemme ed Appiano sta rispettando le attese, dimostrandosi incredibilmente equilibrata e combattuta, e per la terza gara di fila la W si è decisa per un solo gol di distanza. Nel caso di gara-3 per un tiro di rigore, quello di Waldner, che ha regalato ai pirati l’importantissimo 2-1. Adesso si torna nel catino di Cavalese, dov’è prevista una grandissima affluenza di pubblico, col Fiemme deciso a rimettere tutto in equilibrio e giocarsi ogni chance a gara-5. C’è da dire che la formazione trentina sta facendo davvero di tutto per imporsi, ma si è sinora scontrata contro un ottimo Tomasi. L’incredibile secondo tempo del match di mercoledì ne è la prova, con i fiemmesi capaci di bombardare la porta altoatesina da ogni posizione senza ricavarne nemmeno un gol, ed è così servita l’esperienza di Ciresa per mandare il match all’overtime a un minuto dalla fine. È lecito attendersi un’altra battaglia equilibrata, decisa dai dettagli e in equilibrio sino alla fine, anche perché le squadre sembrano equivalersi in pista. I pirati devono dunque aggrapparsi nuovamente alle parate di Tomasi e provare a colpire quando verrà loro offerto spazio, visto che si presume ci sarà un assalto all’arma bianca da parte del Fiemme sin dal disco d’ingaggio.

Gara 4 - Quarti di finale - Serie B - Playoff - 17 marzo

ore 20:30 ad Egna: ASC AurOra Frogs - Sv Kaltern/Caldaro rothoblaas 
Il Caldaro è in vantaggio nella serie per 2:1

ore 20:30 Kanguro Alleghe Hockey - HC Merano Pircher 
Il Merano è in vantaggio nella serie per 2:1

ore 20:30 HC Nuovo Fiemme 97 - HC Eppan/Appiano Roi Team 
L'Appiano è in vantaggio nella serie per 2:1

L'Hockey Milano Rossoblu è già in semifinale dopo aver vinto la serie dei quarti per 3:0 contro l'Hockey Pergine Sapiens;